Salento

Salento: i posti da non perdere!

Spiagge da sogno, intrecci affascinanti di storia, cultura, arte e meraviglie della natura: nel Salento i turisti toccano con mano tutto quello che si può desiderare durante una vacanza.

Anno dopo anno, sempre più persone scelgono il “Tacco d’Italia” per scoprire un territorio incontaminato, unico nel suo genere, capace di regalare emozioni, calore umano e dell’ottimo cibo.

Ecco cinque destinazioni da non perdere durante un viaggio nel Salento.

La barocca Lecce

La città barocca per eccellenza del Salento, capace di ritagliarsi uno spazio importante anche al di fuori della stagione estiva, merito di un centro storico difficilmente replicabile altrove, dove sorge la Basilica di Santa Croce, simbolo del barocco leccese.

Le altre anime di Lecce sono rintracciabili nei resti dell’Anfiteatro romano, visibili passeggiando nella piazza Sant’Oronzo, e nel Castello di Carlo V, re di Castiglia e Aragona nella prima metà del ‘500, realizzato in pietra leccese.

Castro: la Perla dell’Adriatico

La fama di Castro è in rapida ascesa in questi ultimi anni, a conferma dell’aurea speciale che avvolge la località salentina.

Il borgo di Castro Superiore è situato su di una collina, da dove i turisti godono di un panorama eccezionale. Le due attrazioni principali sono il Castello angioino, fatto costruire nel ‘500, e la Cattedrale, che risale alla fine del XII secolo.

Invece, il borgo medievale di Castro Marina si affaccia direttamente sul mar Adriatico, adagiato su una costa frastagliata resa spettacolare dalle grotte Palombara e Zinzulusa.

Otranto: la Porta d’Oriente

La città di Otranto è la prima in Italia a regalarsi ogni mattina l’alba, ed è anche la prima a festeggiare l’arrivo del nuovo anno con il suggestivo evento Alba dei Popoli.

Otranto, però, non è soltanto la Porta d’Oriente. Infatti, i turisti la amano per la sua Cattedrale, che ospita uno spettacolare mosaico pavimentale, senza dimenticare il Castello Aragonese e fantastiche meraviglie naturali come la Baia dei Turchi e i Laghi Alimini.

Gallipoli: la “città bella”

Gallipoli è la trasposizione in italiano della parola greca traducibile letteralmente in Città Bella (Kale Polis). Un appellativo che si sposa alla perfezione con la perla dello Ionio, fino alla fine dell’Ottocento capitale europea dell’olio lampante, che ammaliò perfino regine e imperatori di quel periodo.

Per questo motivo, se si vuole scoprire una parte di storia importante della città salentina, il consiglio è di visitare i frantoi ipogei. In estate, Gallipoli si trasforma nella Ibiza italiana, accogliendo migliaia di giovani turisti che si scatenano lungo le spiagge della costa, Baia Verde su tutte.

De Finibus Terrae Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca sorge nel punto dove mar Ionio e Adriatico si incontrano.

Un luogo magico, ricco di storia e bellezze naturali da togliere il fiato. Secondo la tradizione, San Pietro iniziò la sua opera di evangelizzazione partendo da qui.

Le attrazioni più importanti sono il Santuario Finis Terrae (letteralmente “Ai confini della terra”) e le grotte Porcinara, del Diavolo, delle Tre Porte e del Drago.